La Muvra - Scheda: [09/12/12] Monte Gallo
Scheda: Monte Gallo
 
  Monte Gallo
Data: 9 Dicembre 2012
Ritrovo: Piazza Mondello (PA)
Ora: 8.00
Organizzato da: La Muvra Sicilia
Tipologia: Escursione
Difficoltà: T - Turistico
Dislivello: 410 metri circa
Durata: 3 ore circa

Visualizza

 

Leggi News

  Condividi:
 

RESOCONTO

di Emanuela

INVIA RESOCONTO

Ci� che mi ha spinto ad affrontare la mia prima escursione con la Muvra Sicilia � stato l’alone di mistero che avvolge da sempre Monte Gallo, dovuto alla presenza di un eremita che ha fatto della spiritualit� la sua ragion d’essere.
Per quanto a prima vista tale ragione possa apparire aulica, in realt� � nulla rispetto all’esperienza vissuta. Il desiderio, infatti, sorse in me dalla semplice, e ormai inflazionata, voglia di “fare qualcosa di nuovo”, accompagnata dalla curiosit� di confrontarmi con qualcuno conducente una vita tanto diversa dalla mia; ci� che poi � stato, invece, � molto di pi�...
Oltrepassati i cancelli della riserva non si comprende all’istante cosa si sta per affrontare, poich� per qualche metro si procede su un percorso asfaltato circondato da case di villeggiatura, ultimo retaggio di una realt� che, avanzando, ci si lascia alle spalle quasi inconsapevolmente. Infatti � solo
nel momento in cui ci si ritrova immersi nel verde che, procedendo in una silenziosa marcia, si inizia a capire!
E’ bastato guardarsi intorno ritrovandosi ad osservare un paesaggio non appartenente al quotidiano, e probabilmente visto solo al cinema in 3D, per scoprire con grande sorpresa che appare accogliente tanto quanto quel luogo in cui la sera si rincasa, con un’unica differenza: quel paesaggio non ha un prezzo. E’ stato in quel preciso istante che iniziai a riflettere...Mi soffermai,
infatti, a pensare alle varie esperienze vissute, di qualsiasi genere, e tristemente mi resi conto che ad ogni esperienza ero in grado di dare un prezzo, un valore economico, convenzionato da una societ� che ha fatto del materialismo la sua religione.
Procedendo nelle mie riflessioni, immersa in un bosco dall’aspetto Tolkieniano, paragonai tutte le esperienze pregresse, profumatamente pagate, a quella che mi accingevo a vivere, e mi sorpresi a considerarla la pi� bella della mia intera esistenza; ero infatti riuscita, per la prima volta in vita mia, a perdere la cognizione del tempo e dello spazio e ad ascoltare solo ci� che proveniva da
dentro. Inoltre, di tutte le cose lasciate a casa...nulla mi mancava!
Ma una rivoluzione interiore � spesso agevolata dal confronto con il prossimo, e cos� fu anche per me. Ascoltando i pensieri altrui, infatti, mi resi conto di come non fossi stata la sola a ritrovare valori sublimi su quel monte, e mentre le parole di Evola riecheggiavano in quei boschi osservavo affascinata la profondit� e i vigorosi animi dei fedeli compagni di viaggio.
La nostra ascesa verso la vetta fu accompagnata da simboli religiosi realizzati dal misterioso eremita su quella, da lui stesso ribattezzata, “via santa”; disegni e mosaici che ci fecero sentire meno soli su quella strada ripida e impervia. Ma vi fu qualcun altro che vegli� sul nostro cammino, un cucciolo di cane all’apparenza malnutrito che us� tutte le sue energie per guidare noi visitatori
in quella che sembrava la sua dimora.
Continuando il nostro percorso, superati i boschi, dando uno sguardo all’orizzonte ci colse di sorpresa una vista mozzafiato! L’intera citta si stendeva ai nostri piedi, ci� che gi� appariva cos� grande, da lass� perdeva la sua effimera imponenza.
Ma il vero spettacolo si svel� sulla cima del monte, ove ci accolse un verde prato sfociante in uno strapiombo sulla costa di Capo Gallo, il tutto avvolto da una fitta nebbia che trasformava il paesaggio in una visione dantesca del purgatorio.
Alla sinistra del prato si ergeva la torre di vedetta del XIX sec. della quale l’eremita, venticinque anni or sono, fece la sua dimora. La torre era circondata da opere circolari realizzate con bastoni e bottiglie di plastica, versione grezza degli scacciademoni di tradizione popolare. Infine alla porta della torre leggemmo, quasi incantati da quel luogo, la parola “FINE” accompagnata da un passo dell’Apocalisse relativo alla purificazione del mondo ad opera di Dio.
Sui laterali della casa trovammo raffigurazioni di Angeli armati, alcuni caratterizzati da simboli positivi altri negativi, probabilmente rappresentanti la lotta tra il bene e il male.
Sulla vetta del monte le nostre riflessioni si concentrarono sul degrado degli odierni politici e, mentre tristemente rilevavamo come in fondo fossero lo specchio della nostra stessa societ�, misteriosamente la nebbia si diradava lasciando trapelare due raggi che illuminarono il nostro piccolo consesso.
La discesa fu accompagnata, ancora, dal cucciolo di cane, ormai fedele compagno di avventure, e da una lieve pioggerella, ultimo simbolo purificatore di quella straordinaria esperienza mistica.

 
 

FOTOGRAFIE

INVIA FOTOGRAFIE

 
 
 

9 Dicembre 2012

Ingrandisci locandina

RESOCONTO

FOTOGRAFIE

VIDEO


 

 
  Scrivi un tuo commento

()

• Prima di commentare la scheda, assicurati di aver letto i nostri Termini di Servizio e il nostro Regolamento.
Puoi scrivere un commento solo utilizzando un account Facebook, Yahoo, AOL o Hotmail.
La Muvra - Gruppo Escursionistico Montano
 

La Muvra
       
  GRUPPO:
Chi siamo 
Regolamento
Alimentazione
Specializzazioni
In Rete
NEWS:
Novita'
Articoli
Avvisi
Escursioni
Arrampicate
Speleologia
Eventi
SHOP:
Come acquistare
MODULISTICA:
Tesseramento e Assicurazione

 

CONTATTI:
Sedi
Responsabili
Telefoni
Email

 

ATTIVITA':
Escursioni
Arrampicate
Speleologia
Eventi

 

CONTENUTI:
Resoconti
Fotografie
Video

 

SERVIZI WEB:
Radio Bandiera Nera
Newsletter
Guestbook

 

 

2009-2014 La Muvra - Gruppo Escursionistico Montano  |  Pagine visitate:  Tracking Visits  |  Termini di Servizio - Regolamento - Pannello di controllo